Il vizio delle regolarizzazioni “selettive”

il vizio delle regolarizzazioni selettive
Secondo le indiscrezioni emerse negli ultimi giorni, le osservazioni avanzate da più parti per una modifica del decreto 109/2012 nella parte in cui prevede un provvedimento di emersione dei lavoratori stranieri irregolari, non sono state accolte dal Governo

E’ imminente il decreto interministeriale che fornirà i dettagli sulla procedura.

Tra il 15 settembre e il 15 ottobre sarà possibile presentare la domanda di emersione, ancora una volta solo da parte dei datori di lavoro, che abbiano alle proprie dipendenze lavoratori stranieri almeno da tre mesi antecedenti l’avvio della procedura. La domanda potrà riguardare solo lavoratori a tempo pieno (fa eccezione come sempre il settore dell’assistenza domestica e familiare per il quale possono essere regolarizzati rapporti di lavoro di almeno 20 ore settimanali) e che siano in grado di dimostrare la propria presenza in Italia a partire dal 31 dicembre 2011 tramite la presentazione di atti emessi da enti pubblici.

Continua a leggere