L’appello del sindaco di Lampedusa all’Unione Europea

fonte: FAHRENHEIT

Sono il nuovo Sindaco delle isole di Lampedusa e di Linosa

Eletta a maggio, al 3 di novembre mi sono stati consegnati già 21 cadaveri di persone annegate mentre tentavano di raggiungere Lampedusa e questa per me è una cosa insopportabile. Per Lampedusa è un enorme fardello di dolore. Abbiamo dovuto chiedere aiuto attraverso la Prefettura ai Sindaci della provincia per poter dare una dignitosa sepoltura alle ultime 11 salme, perché il Comune non aveva più loculi disponibili. Ne faremo altri, ma rivolgo a tutti una domanda: quanto deve essere grande il cimitero della mia isola?

Non riesco a comprendere come una simile tragedia possa essere considerata normale, come si possa rimuovere dalla vita quotidiana l’idea, per esempio, che 11 persone, tra cui 8 giovanissime donne e due ragazzini di 11 e 13 anni, possano morire tutti insieme, come sabato scorso, durante un viaggio che avrebbe dovuto essere per loro l’inizio di una nuova vita. Ne sono stati salvati 76 ma erano in 115, il numero dei morti è sempre di gran lunga superiore al numero dei corpi che il mare restituisce.

Continua a leggere

“Fermiamo l’estremismo di destra”

 

Da Firenze 10+10 dura condanna all’irruzione squadrista di Forza Nuova a Pontedera durante la cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria a 603 bimbe e bimbi nati in Italia da genitori stranieri

E’ grave e preoccupa l’assalto fascista messo in atto dai militanti di Forza Nuova nel corso della cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria da parte del Comune di Pontedera a bimbe bimbi nati in Italia da genitori stranieri. Un’irruzione avvenuta proprio mentre da alcuni incontri tenutisi nel corso di Firenze 10+10 veniva lanciato l’allarme sull’espansione di movimenti di estrema destra e populisti in molti Paesi Europei, alla luce anche delle stragi di Utoya e di Firenze e in occasione del successo elettorale di Alba Dorata in Grecia.

Il Comitato promotore di Firenze 10+10 condanna fermamente l’azione squadrista di Forza Nuova ed esprime solidarietà ai 603 ragazzi e alle loro famiglie oltre che alla Città di Pontedera. Riteniamo che la crisi e le politiche di austerità siano da annoverare tra i fattori dell’espansione del consenso dei movimenti di ispirazione fascista e nazista nel continente europeo, e siamo convinti che l’Europa dei Popoli e della democrazia non dovrà consentire agibilità politica a forze di carattere autoritario e xenofobo, contrarie alla libertà e ai diritti civili.

Firenze 10+10 lancia l’agenda delle azioni comuni. Si parte con lo sciopero del 14 novembre

da: l’altracittà

Parte con lo sciopero generale europeo del 14 novembre contro l’austerità l’agenda comune di mobilitazioni decisa dai partecipanti a Firenze 10+10.  L’intesa sul calendario delle prossime iniziative comuni per un’altra Europa chiude Firenze 10+10

Si chiude oggi Firenze 10+10, con un documento condiviso nell’assemblea plenaria in cui vengono lanciate le prossime iniziative comuni paneuropee.
Gli accrediti, nei quattro giorni, sono stati più di 4.000, un numero che ha superato le migliori aspettative degli organizzatori. 28 i paesi rappresentati da 300 reti e organizzazioni di tutta Europa, dalla Grecia alla Norvegia, e dai paesi della sponda sud del Mediterraneo.

Grande successo anche della campagna ‘Occupy my room’, l’invito alla città ad ospitare chi non era in grado di pagarsi l’alloggio: 800 persone ospitate in case private, in circoli Arci e case del popolo o in parrocchie; 300 alloggiate alla Fortezza.

Continua a leggere