Incontro Associazione Liberarsi: La tortura nelle carceri italiane

L’associazione Liberarsi organizza l’incontro:
La tortura nelle carceri italiane, Quarta edizione dedicata a Bruno Borghi

Data:
25 ottobre 2012
Località:
Salone degli Affreschi

Via Cavour n.4
Firenze Italy

L’iniziativa è patrocinata da CESVOT e dal Gruppo consiliare Federazione della sinistra-Verdi, in collaborazione con L’altro Diritto onlus, Fondazione Giovanni Michelucci, FICS Federazione internazionale Città sociale, Associazione volontariato penitenziario – AVP onlus, Centro sociale evangelico onlus, Comune di Firenze – Ufficio del Garante delle Persone Private della libertà personale e organizzata dall’Associazione Liberarsi.

L’appuntamento e’ per il 25 ottobre 2012, presso il Salone degli Affreschi  in Via Cavour n.4 a Firenze dalle 9,30 alle 18.00

Con questa iniziativa vogliamo continuare a proporre un appuntamento annuale di discussione su un tema complesso e controverso, ma che riteniamo importante, ovvero la tortura come condizione nelle carceri italiane. Continuiamo a dedicare questo spazio di impegno al nostro amico Bruno Borghi che ha donato molto tempo negli ultimi suoi anni come volontario serio e cosciente nel carcere fiorentino di Sollicciano e che ha sempre denunciato con nettezza le violenze interne e la non applicazione dell’art. 27 della Costituzione italiana.

Saranno presenti don Andrea Bigalli referente di Libera Toscana e Franco Corleone, Garante dei diritti delle persone private della libertà personale per il Comune di Firenze, studiosi e addetti ai lavori degli enti pubblici e dell’asociazionismo che a vario titolo ma con altissima professionalità hanno a che fare quotidiamente con il pianeta carcere.

Ma la sapienza senza dibattito, contraddittorio e testimonianza sarebbe davvero poca cosa se la riflessione non si allargasse a tutti i cittadini, ai tanti volontari dei nostri territori, agli studenti, agli operatori pubblici e del privato sociale, agli assistenti sociali, educatori, amministratori e detenuti che potranno partecipare perche’ esiste un rapporto stretto tra il difficile e attuale  contesto sociale ed economico all’esterno delle mura e il progressivo peggioramento delle condizioni di vita entro le mura carcerarie ed è affare di tutti!

Diffondi questo articolo:


Un pensiero su “Incontro Associazione Liberarsi: La tortura nelle carceri italiane

  1. sono debora comignani del femm.le.penale di sollicciano .alla mia improvvisata e inaspettata skarcerazione dimentikai sopra al tel.no publico davanti al carcere;dove sono le pankine,la cartellina porta dokumenti….sto’ cerkando l’edukatore riggio raffaello,essendo stato fino 20 g.g. or sono il mio edukatore,x vedere se qualcuno l’avesse trovata.dentro c’era corispondenza proveniente da arezzo attuale casa,poike’ io sono di bologna!!!ma ,a kausa di kodesto aff.al lavoro sono x adesso qui,foto delle persone ke amo mio figlio in primis e affetti vari tutti importanti,x concludere i fascikoli di tocci e del magistrato di bologna.ragazzi aiutatemi!!!!x me e’ la vita kodesta cartellina color sbarregrazie x ora Vi aspetto.O vi riscrivo ma una lettera ciao a tutti.Debora Comignani.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>