Forum sociale mondiale 2013

Tunisi | 26-30 marzo
Dal 26 al 30 Marzo A Sud parteciperà al Forum Sociale Mondiale <http://asud.net/tag/forum-sociale-mondiale/> che, dodici anni dopo la 1°edizione a Porto Alegre, si terrà a Tunisi. L’appuntamento cade a circa due anni dalle Primavere Arabe che hanno portato in piazza i popoli del mediterraneo per la giustizia sociale, la dignità e la democrazia dando il via a processi di transizione complessi e tumultuosi.

E’ la prima volta che un Forum Sociale si svolge in un paese arabo e precisamente in Maghreb. Il processo di democratizzazione dal basso che stanno promuovendo e vivendo i popoli del mediterraneo parla di riappropriazione dello spazio pubblico e della scena politica, della necessità di uscire dai confini nazionali e costruire reti virtuali e reali di solidarietà e lotta comune.
Dopo la firma il 6 maggio della Dichiarazione di Hammamet, documento sulla creazione di nuove forme di cooperazione interculturali fra Paesi, la scelta della Tunisia ribadisce la centralità dello scenario nordafricano. La piattaforma di riflessione e azione del Social Forum si riunirà a partire dalla solidarietà al popolo tunisino, in particolare dopo l’assassinio del leader dell’opposizione Chokri Belaid, e dal sostegno a tutti i processi che rivendicano giustizia ambientale, sociale e democrazia.
La parola d’ordine di questo Social Forum è dignità. Le organizzazioni tunisine più impegnate sono l’Unione degli studenti e dei diplomati e laureati disoccupati, a sottolineare il protagonismo di una generazione che chiede a gran voce di poter determinare il cambiamento sociale del paese.
A Sud partecipa a questa edizione del Social Forum con l’obiettivo di capire quanto sta avvenendo in Maghreb e di continuare a stringere relazioni con le tante organizzazioni locali e mondiali che lavorano da anni sui temi della giustizia sociale ed ambientale.
Nel frattempo domenica pomeriggio la Carovana di Sans-Papier CISPM che dovevano unirsi al Forum dopo aver attraversato Belgio, Francia e Italia è stata respinta al porto di Tunisi e rimandata verso l’Italia. Lunedì 25 alle 17 di fronte all’ambasciata italiana a Tunisi, Parigi e in altri paesi si terranno sit-in e mobilitazioni per chiedere che gli attivisti senza documenti vengano riammessi in Italia senza procedimenti giudiziari o procedure di espulsione.
A precedere i lavori del Forum è il Terzo Incontro Globale dei Media Indipendenti (24-25 marzo), che ha preso le mosse dal ruolo fondamentale avuto dai mezzi di informazione indipendenti nei processi di mobilitazione della Primavera araba. Ma ancora oggi la repressione e la censura sono una minaccia alla pluralità di voci e al diritto all’informazione.

Continua a leggere

Contro la chiusura dei presidi sanitari

Vi invio il comunicato stampa fatto dopo l’assemblea del 21 marzo a Gavinana in relazione alla chiusura del presidio sanitario di piazza Elia della Costa. L’assemblea ha fatto riemergere il problema della mancanza di servizi sanitari distrettuali e di quartiere che obbligano a spostamenti faticosi i cittadini , a lunghe liste di attesa e spesso a rivolgersi a strutture private.

Tale situazione coinvolge non solo il quartiere 3, dato che gli accorpamenti previsti dalla Regione toscana per contenere la spesa pubblica, danno mandato alle ASL di procedere in tal senso: la vendita di Santa Rosa, le cui aste per il momento sono andate deserte, la chiusura imminente di Borgoognissanti, già venduta (al suo posto verrà costruita una RSA privata, mentre la ASL ormai da più di un anno sta cercando di chiudure la RSA Le Civette, anche se tale operazione è stata per ora bloccata dalla resistenza dei lavoratori ,organizzati con la CUB sanità, e dai familiari) priveranno il quartiere 1 e 3 di ogni servizio , confluendo tutto su D’annunzio .

Occorre creare contatti fra queste varie realtà per contrastare questa politica di svendita dei servizi per i cittadini, che serve a potenziare il privato: tutti da dimostrare i presunti vantaggi economici per le ASL e la Regione, ma solo spostamenti di risorse dal pubblico al privato.

Chi abita in zona ci contatti e partecipi alle iniziative; fate girare l’informazioni

CERCASI URGENTE


 

Ancora una volta ci appelliamo alla generosità dei cittadini per raccogliere coperte, sacchi a pelo e giubbotti per le persone che dormono in strada.

Le condizioni atmosferiche sono drammatiche e come sempre le istituzioni non intendono aprire Strutture di emergenza vuote ( scuole, caserme e … quant’altro)

Si raccolgono:

Alla redazione di Fuori Binario in via Del Leone 76, angolo Piazza Tasso Lunedì – Mercoledì – Venerdì dalle ore 15.00 alle 18.30

Alla bottega di artigianato “Arte Fuoribinario” in via Gioberti 5r Martedì – Mercoledì – Giovedì – Venerdì – Sabato  ore 10/13 – 16/19

Per informazioni e/o aiuto 3391883289 –

0552286348 (in redazione)

 Un grande grazie

Sisina allo specchio

GRAZIE A FUORI BINARIO CHE MI HA DATO TANTO
Ci sono momenti della vita in cui succedono cose che da tempo attendevamo. Io quando ho letto la prima volta F. B., sei anni fa e poi ho sentito un’intervista a Roberto Pelozzi per il giornale su Nova Radio, ho capito che c’ero anch’io, che ero come loro, che sarei voluta essere una di loro. Libera. Libera di essere me stessa, libera dai tanti pregiudizi borghesi e fascisti, libera di giudicare da sola ciò che per me è bene e male. Ho sentito che c’era uno spirito creativo in quello che scrivevano e si capiva dall’intervista, da come si presentavano, anche parlando delle cose più serie, a volte anche tragiche. E quando sono entrata per la prima volta in redazione con un articolo sui miei problemi ho trovato l’ambiente come me l’aspettavo. Sono stata “accolta”, dico accolta perché non ci sono porte chiuse nel mondo e così è per F.B. nella realtà, solo e tanto tanto rispetto umano, e così in questi anni di collaborazione nei momenti duri come in quelli belli è quello che ho sempre trovato. Grazie Fuori Binario.

IO E L’AMORE
Si potrebbe dire di Sisina, la nostra autrice, amica fedele di Fuori Binario, anche “Io e la solitudine’’ o “Io e il dolore’’, “Io e la femminilità”, “Io e la realtà”. Così all’infinito. La poesia vera è sempre un canto nel deserto e ha mille echi. Il deserto è metafora della vita, quella che soffoca e affatica ma spinge avanti nello spazio. E il canto che la riempie è fatto di tutti i possibili elementi. Il primo di questi è l’amore .
(tratto dalla prefazione di Alberta Bigagli)

Titolo: Sisina allo specchio
Di: Silvia Prelazzi
Prezzo del libro: € 6.00
Spedizione: € 1
Puoi acquistare questo libro, sia utilizzando il bottone “paga adesso” di paypal qua sotto, sia contattandoci via E-mail specificando il titolo del libro che vuoi acquistare.




tutti i libri di fuori binario

Il Cantiere delle Immagini

Mercoledì 13 marzo ore 17 in Aula 3 (pianoterra) del Museo di Antropologia-Etnologia, via del Proconsolo 12 Firenze, Azzerokm e Documentaristi Anonimi Toscani presentano “Il Cantiere delle Immagini, percorsi di Antropologia Visuale”, relatori Massimo D’Amato e Silvia Lelli con la partecipazione di Paolo Chiozzi.

I “Cantieri”, ideati dall’associazione dei Documentaristi Toscani (www.documentaristianonimi.it ), sono rivolti ad un pubblico molto vasto, dagli studenti a chiunque altro sia interessato, per diffondere la cultura del documentario e i suoi contenuti socio-culturali, spesso poco noti: l’incontro è un’occasione di formazione per discutere l’esperienza dell’antropologo che costruisce una rappresentazione sul campo in situazioni con specifiche problematiche, che in questo caso riguardano la presenza straniera e l’intreccio di ritualità, religioni, lingue, identità sul territorio toscano.

Saranno ripercorse le fasi di lavorazione del documentario etnografico “Mevliti Zikr, rito sufi in un campo di sosta”, di Silvia Lelli e del lavoro fotografico di Massimo D’Amato.

scarica il programma: eventi collaterali ROM.PDF  2 MARZO – 21 MAGGIO 2013
IN CAMMINO
NEL TEMPO.
KO PHIRIPE’
E VAKTESA
FOTOGRAFIE DI MASSIMO D’AMATO
Rom kosovari e macedoni nel territorio fiorentino a cura di Zoran Lapov e Demir Mustafa  

Spazi liberati partecipa ed invita all’incontro con Sonia Mitralia

martedì 12 Marzo ore 17:00 al Giardino dei ciliegi in via dell’Agnolo, 5.
Sonia Mitralia, attivista greca dei movimenti contro le politiche di austerità, è in questi giorni in Italia su invito della rete “Donne nella Crisi”. In nove incontri da Milano a Bari, Sonia ci racconta quel che accade nel suo paese. In particolare si soffermerà sullo smantellamento del sistema sanitario pubblico: la perdita del diritto alla salute è stato forse l’effetto più sconvolgente dello stato delle cose in Grecia. Molte donne, per esempio, hanno perso l’ assistenza medica al parto e il costo di un cesareo è pari a tre mesi di salario minimo.

Le iniziative sulla Grecia serviranno anche a promuovere la difesa del servizio sanitario pubblico in Italia, di cui a suo tempo Monti annunciò il progetto di demolizione.

Nel corso dell’ultima campagna elettorale la Grecia è stata spesso evocata. Se non si accettano le politiche di austerità – ci hanno detto – faremo la fine di quel disgraziato paese. La verità è esattamente opposta. La Grecia si trova nelle condizioni in cui si trova perché da tre anni i suoi governi applicano le ricette economiche del Fondo Monetario Internazionale, della Banca Centrale Europea e della Commissione Europea. Certo, già prima del 2010 le condizioni della Grecia erano gravi a causa di un enorme debito pubblico gonfiato dall’ evasione legalizzata, dalla corruzione e dalle dissennate spese per i giochi olimpici.

La terapia è stata però peggio del male. Oggi non solo la Grecia è alla disperazione, ma il rapporto Debito-Pil ha continuato a crescere.

A fronte delle brutalità in atto in Grecia e all’ indifferenza dei media italiani, come donne e uomini impegnati nelle lotte sociali di Spazi Liberati aderiamo, partecipiamo e invitiamo all’ incontro con Sonia Mitralia a Firenze: martedì 12 marzo alle 17 presso il Giardino dei Ciliegi in via dell’Agnolo 5.

SPAZI LIBERATI È:
Abitanti a piede libero (PT), Associazione Pantagruel (FI), Comitato No Tunnel Tav (FI), Comitato contro la terza corsia Firenze-Mare, Comitato contro la privatizzazione di Ataf (FI), Comitato San Salvi chi può (FI), Comunità delle Piagge (FI), Coordinamento comitati Ato Toscana centro, Fondo etico e sociale delle Piagge (FI), Forum toscano dei movimenti dell’acqua, Fuori binario (FI), l’Altracittà – giornale della periferia (FI), Lo Sbertoliano (PT), Mag Firenze, Medicina democratica (FI), perUnaltracittà – lista di cittadinanza (FI).
Contatti: spaziliberati.wordpress.com,
spaziliberati@gmail.com
, fb:spaziliberati, twitter:spaziliberati

L’8 marzo, Redazione aperta!

(immagine di Anarkikka for 8 marzo)
Redazione aperta “FUORI BINARIO” una giornata dedicata alle donne da costruire insieme

Non abbiamo preparato un programma preciso, ognuno porta qualcosa: una lettura, una foto, una testimonianza, un quadro, un canto, un progetto, un video… quello che volete, noi abbiamo il giornale nuovo, numero speciale scritto tutto da donne, un piccolo mercatino di riciclo della nostra bottega e la presentazione del libro della nostra redattrice Silvia Prelazzi (accompagnata da un mandolino ) che è in stampa. Qualcosa da bere e da mettere sotto i denti, con il contributo anche dell’associazione il Melograno,

TI ASPETTIAMO!

la redazione di FuoriBinario

…incontrarsi per stare faccia a faccia, per realizzare desideri muti, che siano il mangiar bene e l’allegria,
il ballo, la conversazione, le arti della vita;
per creare un lavoro artistico in comune,
per uscire dalle case,
un incoraggiamento a produrre, a”fare”,
un invito ad uscire
dai propri stretti confini,
regalateci storie….
poesia arte musica
deliri notturni e sogni diurni
foto collages disegni,
diari di viaggio da paesi lontani o dal vostro quartiere,
memorie e progetti,
urla pianti sospiri risate,
inni al sole e ululati alla luna,
dichiarazioni d’amore e grandi cattiverie,
i vostri si e i vostri no….
per affermare qualcosa di sé
per ascoltare la storia di un’altra/o
per non delegare la propria voce
per esprimere 100,1000 voci diverse
per far parlare corpi muti…

(riciclato da: inventati.org/donn(ol)a)
info:fuoribinarioblog@gmail.com

Continua a leggere