Sostegno bambini disabili nelle scuole

Comunicato stampa
Sostegno bambini disabili nelle scuole, De Zordo e Grassi: “Essenziale che il servizio cominci con l’apertura delle scuole e non dopo”
Risposta a domanda d’attualità.
E’ essenziale che i bambini e le bambine disabili delle scuole fiorentine abbiano al loro fianco gli educatori fin dall’inizio dell’anno scolastico, che é per loro il momento più delicato, quando si trovano a affrontare il contatto con compagni e docenti, vecchi e nuovi, dopo la sospensione estiva.

Il calendario scolastico regionale, con inizio delle lezioni il giorno 11 settembre, è già noto e gli educatori del servizio di assistenza scolastica alla disabilità hanno reiteratamente insistito anche in passato presso l’assessorato sulla necessità di avviare il servizio simultaneamente alle lezioni. Dovrebbe essere chiaro all’Amministrazione comunale che tra i compiti professionali più importanti del personale educatore c’è proprio quello di essere un ponte comunicativo tra l’alunno/a disabile e i compagni, tra l’alunno/a disabile ed i docenti, e che la loro presenza è quindi particolarmente importante nella prima fase della ripresa dell’attività scolastica.

Così come dovrebbe essere chiaro che senza l’erogazione di questo servizio svolto dagli educatori, per molto bambini portatori di disabilità si preclude di fatto la possibilità di frequentare le lezioni, mortificando in qualche modo essi stessi e le rispettive famiglie.;
La richiesta pressante di personale specializzato e famiglie é quindi che l’Amministrazione attivi il servizio a partire dal primo giorno di scuola.