La Storia di Roverto Cobertera

Torniamo a parlare di Roverto Cobertera, in sciopero della fame dal 4 luglio nel carcere di Padova, e lo facciamo con la pagina di questa nuova rubrica, “Via dei Tigli”, di Francesca De Carolis, dal sito di Stampa Alternativa:

Storia di Roverto

C’è un uomo nel carcere di Padova che lo scorso 4 luglio ha iniziato uno sciopero della fame e della sete, per urlare, così, la sua innocenza… Ed è la sua storia la prima che incontriamo lungo il viale, alberato di tigli, delle nostre prigioni…  Si chiama Roverto Cobertera. Per la cronaca, dominicano, con doppia cittadinanza, americana anche, condannato all’ergastolo per l’omicidio di un uomo,Tarik Saad Heddine, del Marocco, che sarebbe stato ucciso per un debito di droga da 30 euro. Insomma una storia di spaccio e traffico di stupefacenti. La condanna all’ergastolo arriva in appello, aggravando la condanna di primo grado, che era stata a 24 anni. Dell’omicidio Roverto Corbertera si è sempre dichiarato innocente.
I suoi giorni senza cibo e senza acqua sul suo diario, li racconta così:
Continua a leggere

Drugs and the City. Ripensare le città

Al via la Summer School 2013

DRUGS AND THE CITY. Ripensare le città: attori e contesti urbani di inizio secolo. Parte il percorso formativo di fine estate promosso da Forum Droghe, CNCA e CTCA a Firenze.

summerschool2013-fb.jpgAprirà domani a Firenze l’edizione 2013 della Summer School organizzata da Forum Droghe, CNCA e CTCA, in collaborazione con Fondazione Michelucci e Cesda. L’ormai consueto appuntamento di formazione rivolto agli operatori dei servizi sulle dipendenza sia pubblici che privati sarà dedicato quest’anno al rapporto fra consumi, consumatori e città.

DRUGS AND THE CITY Ripensare le città: attori e contesti urbani di inizio secolo, questo il titolo dei tre giorni. Moltissimi i relatori che si alterneranno presso il Centro Studi Cisl, sulle colline fiorentine: dagli architetti Corrado Marcetti (Fondazione Michelucci) e Giancarlo Paba (Urbanista, presidente Fondazione Michelucci) ai sociologi come Aldo Bonomi, Sonia Paone (Sociologa urbana, Università di Pisa), Maurizio Fiasco (Sociologo, Torino), Claude Jacquier (Università Grenoble/Lione, Osservatorio sulle discriminazioni e i territori interculturali). Non mancheranno ovviamente operatori del settore come Stefano Vecchio (Dipartimento Dipendenze ASL Napoli 1), Fabio Scaltritti (Associazione San Benedetto al Porto), Patti Cirino (Perugia), Rita Gallizzi e Alberto Barni (Gruppo Welcome, CNCA Milano).

Continua a leggere