Edison in piazza

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso del Gruppo Feltrinelli contro il Comune di Firenze, relativamente al cosiddetto vincolo culturale (una norma urbanistica che avrebbe garantito la riapertura di una libreria laddove era la Edison), il Gruppo Feltrinelli stesso, proprietario dell’immobile, annuncia il progetto di apertura di una RED.

Infatti, una volta ottenuta l’eliminazione del vincolo comunale che garantiva la presenza di un’attività culturale per il 70% della superficie dell’immobile, il progetto RED (Read Eat Dream), il format di Feltrinelli in cui ristoranti e gastronomia soppiantano gran parte dello spazio dedicato ai libri, non avrà a questo punto bisogno dell’approvazione da parte del Consiglio Comunale.

Per quanto riguarda la situazione dei 36 ex lavoratori della Edison, se il progetto di libreria presentato negli ultimi mesi (e rifiutato dal Gruppo Feltrinelli, proprietario dell’immobile) aveva negli intenti il riassorbimento di tutti gli ex dipendenti, il Gruppo Feltrinelli ha dichiarato che, solo se riusciranno ad aprire entrambi i punti vendita (RED in piazza della Repubblica e la nuova libreria Feltrinelli alla Stazione di Santa Maria Novella, i cui lavori sono al momento fermi), potrebbero avere necessità di 7/8 persone in più oltre i propri dipendenti.

I dati di fatto sono:

- meno libri, più cibo

- una libreria (e un concorrente) in meno

- gran parte dei 36 ex dipendenti Edison senza più lavoro.

Librai Edison Firenze

Diffondi questo articolo:


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>