Voce che parla nel deserto

Gli esseri umani
comunicano con la parola
o con qualsiasi forma di arte.
Più cultura si ha in queste discipline,
più si riesce a farlo.
Voce che parla in Babilonia
dove le persone non riuscivano
a trovare un linguaggio comune.
La libera espressione
diventa anche questa
un’arte sopraffina.
Si nota che nei paesi
infestati dalla guerra
venga bistrattata
anche la cultura.
Nei periodi in cui
l’uomo non ha lavoro
o nessuna forma di
sussistenza
venga addirittura
demonizzata l’arte
e in particolar modo
ne risenta il popolo
e le categorie più povere
di un disprezzo delle
arti in tutti i suoi generi.
Così senza volere
la massa diventa ancora più
succube dell’aristocrazia.
Come per esempio l’episodio
dei promessi sposi quando
Renzo umile contadino
si confronta con l’avvocato
chiamato azzeccagarbugli
che si riduce a prendere
i regali del campo
e non fa il suo dovere.
Non a caso nel medioevo,
chiamato la notte dei tempi,
visse Dante Alighieri
che creò la lingua italiana
e morì scomunicato a
Ravenna
cioè fuori dei territori del Papa.
Purtroppo nessuno
è profeta in patria,
specialmente
se mette in pericolo
il potere.
Quindi spero
che questo
non succeda mai più!!?
Voce che urla nel deserto

Sisina

Diffondi questo articolo:


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>