SOLIDARIETA’ AGLI OPERAI IRIBUS IN LOTTA

riceviamo e pubblichiamo:

Il 15 ottobre del 2011 un gruppo di operai Iribus, per impedire lo smantellamento dello stabilimento come minacciato da FIAT, presidiò i cancelli della fabbrica. Oggi arrivano gli avvisi di garanzia a 15 di loro. Troppe volte la chiusura di fabbriche è stata accompagnata o da silenzio e indifferenza o da una retorica vuota di significato in cui l’unico interesse realmente rappresentato era quello del profitto e del padrone mentre agli operai non rimaneva che qualche briciola e al massimo un capannone ormai vuoto davanti al quale manifestare. Anche nell’estate appena trascorsa abbiamo avuto la riprova di tutto ciò e mentre in nome dell’interesse e della responsabilità nazionale padroni e sindacanti complici firmavano e siglavano accordi, molti operai di ritorno dalle ferie ritrovavano le loro fabbriche chiuse e svuotato di merci e macchinari. All’interno di questa logica corporativa “la difesa del posto di lavoro” tende a trasformarsi in uno slogan utile al massimo a qualche sindacalista in carriera o ad allungare la lista delle promesse da campagna elettorale ma non certo a chi ha il problema di arrivare alla fine del mese.
Continua a leggere