Poesie

Mercoledì 15 Gennaio 2014
Del mio camminare l’obiettivo era
anche disegnare i paesaggi salienti che
mi colpivano,
fotogrammi di un pellegrinare per la
città che mi ospitava.
Il lasciare l’avere creerà, come lo disse
lui, e il tempo avrà il suo risultato.
Emilio Ardu

 

Volo n. 2
Di Enzo Casale
Vola gabbiano su verdi prati,
su mari agitate e calmi,
su torrenti roboanti,
su ruscelli impetuosi.
Vola su boschi e colline multicolori,
su città sporche e piene di fumo.
Vai felice e padrone dei tuoi voli.
Non sei più solo; una bianca gabbianotta è con te.

 

CARNEVALE LA
DOPPIA FACCIA
Pulcinella è la più bella scultura,
degli anni passati .
Arlecchino invece è vivo.
Pantalone non l’ha ucciso.
Ma Arlecchino, dov’è Colombina?
Hai scordato tutto, Arlecchino,
hai dimenticato l’amore.
Hai dimenticato l’umile mortale,
che viveva in te.
Non eri sincero,
hai dimenticato tutto.
Per me tu rimani un burattino.
Il burattino ribelle,
e Pantalone cercava invano.
La tua morte.
Così come Obama
non puo’ difendere
un uomo bianco,
come Martin Luther King,
difese i neri.
Doppia faccia,
e chissà se anche lui,
sia il solito governo fantoccio,
che “i signori della guerra”
controllano
che non sia tutto una farsa,
per farci diventare
sempre più poveri.
Una doppia faccia:
mamma e babbo,
tutti insieme allegramente.
A votarci al suicidio.
Carnevale la doppia faccia.
Sisina

Diffondi questo articolo:


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>