Decreto Morosità Incolpevole

 

 

Italia, pubblicato il decreto sugli sfratti ai morosi incolpevoli, continua la lotta per sfratti zero

 Autore: Walter de Cesaris, segretario nazionale Unione Inquilini

Morosità incolpevole: dopo un assurdo ritardo, è stato finalmente varato il decreto attuativo atteso da oltre 190.000 famiglie. La via crucis degli sfratti però non finisce: le risorse sono poche e gli adempimenti da fare sono ancora molti.
Si aprono, però, nuovi spazi di confronto e vertenza  con le amministrazioni.

“Eppur si muove! Dopo mesi di sollecitazioni, denunce e proteste, finalmente è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo del fondo per la morosità incolpevole.

Ci sono, quindi, voluti 11 mesi dal varo del decreto legge che ha istituito il fondo per distribuire le risorse alle Regioni e stabilire i criteri di definizione della morosità incolpevole. Il governo, però, non ne fa una giusta. Con questo decreto si distribuiscono le misere risorse previste dal decreto legge n. 102 del 31 agosto 2013 (20 milioni per il 2014 e 20 milioni per il 2015).

Nel frattempo, però, con il cosiddetto Piano Casa, quei fondi sono stati incrementati a circa 40 milioni. Sarebbe stato troppo bello (e normale) che, ritardando il decreto attuativo, almeno si fosse pensato a sommare gli stanziamenti e renderli tutti immediatamente operativi.

Niente da fare, invece. Per i restanti fondi bisognerà aspettare un altro decreto. Continua a leggere