In tempi di crisi e di ingiustizie…

riceviamo e pubblichiamo:

Questa mattina una cinquantina di aderenti al movimento di lotta per la casa hanno denunciato e SEGNALATO il grande patrimonio sfitto del centro cittadino successivamente sono tornati in Piazza Signoria per rivendicare la liberta’ di MANIFESTARE e hanno continuato a manifestare alla Galleria degli Uffizi al Ponte vecchio e hanno chiuso sotto l’uffcio casa di via dell’Anguillara…perchè chi non LOTTA HA GIA’ PERSO…

DI seguito il volantino sui patrimoni disessi…

tanti antichi palazzi nel cuore della città…

Da alcuni mesi il bombardamento “mediatico” trasmettono la solita litania, nel quale gli occupanti degli stabili vengono raffigurati come “delinquenti abituali”…in una sorta di litania si impone un rituale quasi ossessivo, una finzione, nel quale il massacro politico di coloro che rivendicano un diritto minimo, quello di un tetto sulla testa, deve continuare senza esclusione di colpi…

Proviamo un attimo a invertire i ruoli: Pensiamo, immaginiamo che il VERO CRIMINE SIA LASCIARE INTERI PALAZZI VUOTI PER DECINE DI ANNI, in balia di piccioni e di tanto spreco…e allora si ricostruiscono le vere responsabilità del mercato della rendita e la speculazione che distrugge interi territori…

E allora troviamo un centro cittadino che ha allontanato, anche dai quartieri di San Frediano e Santa Croce migliaia di famiglie, che ha costruito case di lusso, per pochi eletti, “residences”, “bad and breakfeast”, uffici, circolazione di merci e quant’altro… Lasciando dietro di sè un numero consistente di palazzi abbandonati…

L’elenco è lungo, cominciamo da quelli che hanno sgomberato per lasciarli vuoti:

*Via De’ Benci 6, occupato nel 1995, era sfitto dal 1990, di proprietà INAIL, dopo venti anni è ancora completamente vuoto, le operazioni di vendita e di realizzazione di oltre 35 mini alloggi si sono perse nei meandri dei piani urbanistici…

*Via De’ Conciatori 2/4/6, Dopo quasi trenta anni di occupazione il Comune di Firenze mette all’asta un BENE COMUNE dell’intero quartiere, uno spazio di cultura e socialità, per consegnarlo a una piccola BANDA DI LADRONI che intanto fallisce, ovviamente tutto fermo e gli stabili in balia dei piccioni…

°Via dell’Anguillara 9, dopo avere sfrattato nel 2005 alcune famiglie e nel 2006 SGOMBERATO lo stabile da altre famiglie occupanti la DE TOMMASSI SRL, ras del mattone romana pensa di spaccare tutto lo stabile, un GIUDICE ferma lo scempio e ovviamente i lavori e lo stabile resta nell’abbandono..

* Via delle terme 22, qui lo sgombero di un gruppo di giovani occupanti risale al settembre del 1990, un quarto di secolo e il palazzo è ancora vuoto..

Per non dimenticare lo sgombero immediato di un palazzo in Via De’Servi avvenuto a mfebbraio dello scorso anno.. e le decine di altri palazzi sfitti…

CHI HA RAGIONE…CHI HA TORTO ? CHI COMMETTE IL REATO ?

infine in tempi di crisi e di ingiustizie…CHI HA PAURA DI CHI ?

IL MOVIMENTO DI LOTTA PER LA CASA

Diffondi questo articolo:


Un pensiero su “In tempi di crisi e di ingiustizie…

  1. …e le case popolari, date in affitto a prezzi irrisori a persone che hanno lavori molto ben pagati? Il Comune, qualunque Comune, non fa controlli se, per esempio, è stata assegnata un’abitazione ad una persona due anni prima e due anni dopo la stessa persona è diventata erede di una fortuna! Ne parlo perché conosco alcuni casi. E’ una vera ingiustizia che cittadini che non possono permettersi affitti equi si trovano sfrattati ed altri, non si sa per quali strani inghippi, non essendo idonei a case del Comune, ci vivono da anni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>