Visibilmente invisibili

Lettera aperta al Prefetto di Firenze

e per conoscenza al

Presidente della Regione Toscana ed al Sindaco di Firenze

“Dobbiamo vaccinare il mondo e dobbiamo farlo presto”, è il proclama lanciato da Draghi al vertice del G20 sulla salute …la realtà ci dice che purtroppo non riusciamo a vaccinare nemmeno tutti i cittadini che da anni vivono a Firenze, e tra questi molti che a Firenze sono nati.

Non per carenza di vaccini o per la propaganda no-vax, in molti casi ad impedire la vaccinazione è la condizione di invisibilità di cittadini che pur essendo stabilmente presenti nella nostra città non riescono ad avere la registrazione anagrafica.

Lo stesso allarme è stato lanciato nei giorni scorsi dalle Misericordie Fiorentine, che hanno posto il problema della vaccinazione delle centinaia di cittadini invisibili presenti nella nostra città, questione che chiediamo a tutte le istituzioni preposte di risolvere con urgenza.

Per molti di questi cittadini la causa risiede delle procedure adottate dal Comune di Firenze per le registrazioni e le cancellazioni anagrafiche, in particolare quelle previste per i senza fissa dimora, che per alcuni aspetti non ottemperano ai dettati della normativa nazionale e impediscono la dovuta registrazione anagrafica nonostante la presenza stabile sul territorio comunale di queste persone.

Ad essere maggiormente colpite sono persone in condizione di disagio economico, sociale e psicologico. La mancata registrazione anagrafica, indispensabile non solo per l’esercizio di diritti costituzionalmente garantiti ma necessaria per l’accesso alla maggior parte dei servizi erogati dallo Stato e dagli Enti Locali determina e aggrava la condizione di forte emarginazione di queste persone.

A nostro avviso, già in tempi normali, il disagio derivato dalla loro condizione sarebbe comunque meritevole di maggior attenzione e maggiori tutele, in tempo di pandemia occorre l’obbligo di adoperarsi quantomeno per la tutela delle loro condizioni di salute, rivestendo quest’attenzione anche funzioni di tutela della salute pubblica.

Già in occasione delle passate Elezioni Regionali del settembre 2020 avevamo sollevato il problema delle centinaia di invisibili che non potevano esercitare il diritto di voto e abbiamo manifestato sotto gli uffici della Prefettura chiedendo un intervento del Suo predecessore, volto a garantire l’esercizio di questo e di tutti i diritti costituzionalmente garantiti, preclusi dalla mancata iscrizione anagrafica.

Rinnoviamo l’appello chiedendo un Suo intervento in forza delle prerogative che la legge Le attribuisce (art.52 DPR 223/89) al fine di uniformare le procedure anagrafiche adottate dal Comune di Firenze ai dettati della vigente normativa.

Con la presente Le chiediamo uno specifico incontro nel merito delle questioni sollevate, mentre sollecitiamo la Regione Toscana a garantire la vaccinazione anti-Covid anche alle persone prive di residenza.

Rete Antisfratto Fiorentina (Movimento di Lotta per la Casa – Resistenza Casa Sportello Solidale)

Firenze 24 maggio 2021

Diffondi questo articolo:


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>