SFRATTI ZERO ANCHE A FIRENZE

a tutti gli organi di informazione Firenze 10-10-2013

SFRATTI ZERO ANCHE A FIRENZE

Nella giornata mondiale di BLOCCO DEGLI SFRATTI a Firenze un NUTRITO picchetto antisfratto HA BLOCCATO l’esecuzione di uno sfratto in Via Mariti, una famiglia egiziana con tre bambini, un monolocale, l’eclusione da tutti i bandi per l’edilizia sociale…la totale latitanza delle istituzioni e dei servizi sociali…

Una proprietaria benestante, un manipolo di avvocati, e i soliti poliziotti di turno…

Trattativa impossibile, la sola speranza legata alla DIFESA IN PRIMA PERSONA DEL BISOGNO DI UN TETTO PER L’INTERA FAMIGLIA…per fortuna la famiglia si è trovata DIFESA da un centinaio di donne e uomini che HANNO TUTELATO IL DIRITTO MINIMO E IRRIDUCIBILE ALLA VITA SOTTO UN TETTO

Alla fine il drappello di poliziotti e avvocati hanno rinunciato allo sfratto per “motivi di ordine pubblico” e lo sfratto è stato rinviato a dicembre…

Oramai solo il mutuo soccorso e la battaglia comune per il diritto all’abitare sono gli ANTIDOTI dentro a meccnismi che parlano solo il linguaggio dei profitti e di regole inesistenti…

Per tante persone OCCUPARE LE CASE diventa una scelta IMPOSTA DALLA CRISI ECONOMICA che tutela i grandi privilegi contro i ceti sociali in disagio.

GLI SFRATTATI DEL MOVIMENTO DI LOTTA PER LA CASA

Firenze città della paura, ma solo per i più deboli

I quotidiani e l’amministrazione comunale di Firenze hanno scatenato in questi giorni una campagna con articoli dove si esaltano interventi delle forze dell’ordine contro chi è costretto a dormire per strada, contro chi deve chiedere un aiuto per vivere e, in generale, contro chi si trova a dover abitare strade e piazze senza poter accedere ai diritti ed ai servizi fondamentali che una città deve garantire.

Questa campagna mira invece ad assegnare l’intera responsabilità del degrado a queste persone che sono, sempre più numerose, ai margini della società e che, in nome dei soliti luoghi comuni sul decoro e sulla sicurezza, si vorrebbero invisibili.
La crescente povertà che si diffonde ovunque, la mancanza di lavoro, la diffusa allarmante precarietà lavorativa e abitativa, determinano condizioni di emarginazione, che richiedono risposte sociali avvertibili di governo della città, anziché retate e attività repressive.
In prospettiva, chi non potrà pagare tutto quello che l’amministrazione sta cedendo ai privati (spazi cittadini, acqua, edifici dismessi, servizi…) verrà estromesso da Firenze o, almeno, dai luoghi più appetibili per speculatori di ogni sorta.
Per costruire questa immagine patinata di città “pulita e sicura”, in realtà umanamente svuotata e inospitale, questa amministrazione non esita a sottomettersi ai poteri forti e a militarizzare strade e piazze organizzando raid e pattugliamenti che non hanno altro effetto che quello di aumentare paura e incertezza.
Vogliamo una città aperta a tutte e tutti coloro che la vogliono abitare e pretendiamo da chi l’amministra di ottemperare ai doveri stabiliti dalla Costituzione e di garantire capacità vera di accoglienza e diritti fondamentali.
Firenze, 23 aprile 2013

Associazione Il Muretto, Cantieri Solidali – laboratorio politico Piagge, Comunità delle Piagge, Fuori Binario – giornale di strada, l’Altracittà – giornale della periferia, Palazzuolo Strada Aperta, perUnaltracittà – lista di cittadinanza, Rete Antirazzista Firenze, Spazi Liberati – Lotte locali e proposte dal basso.
Info: Adriana 347/8656369 | redazione@fuoribinario.org | 055/2286348

Kilometro Zero

Riceviamo dalla e-mail e volentieri pubblichiamo:
Da: Cristian Pacini
SALVE A TUTTI FACCIO GIRARE UNA MAIL PER INFORMARVI CHE ABBIAMO INIZIATO LA PRODUZIONE 2012 DELL’ORTOFRUTTA  AZ.AGR. PONTICELLI DI BAGGIANI NICOLETTA Via Pimaggiore 4 , Vicchio (FI) che segue i metodi dell’agricoltura Integrata aderente alla Filiera Agricola CAMPAGNA AMICA DELLA COLDIRETTI  cibi direttamente dagli agricoltori a KM zero !!! Continua a leggere