Presentazione del volume VIVERE EGUALI

Presentazione del volume

VIVERE EGUALI

Disabili e compartecipazione al costo delle prestazioni

di Raffaello Belli

Martedì 20 gennaio 2015, ore 16.30
Auditorium del Consiglio Regionale della Toscana
Via Cavour, 4 – Firenze

Coordina Mauro Romanelli, Consigliere Regionale
Saluti di Pietro Mercatali, Direttore ITTIG-CNR

Intervengono:

Ugo De Siervo, Presidente emerito della Corte costituzionale
Stefano Merlini, Professore ordinario di Diritto costituzionale all’Università di Firenze
Beniamino Deidda, Componente del Comitato Direttivo della Scuola Superiore della Magistratura

Dibattito

Sarà presente l’Autore

————————————–
Via de’ Barucci, 20 - 50127 Firenze (Italy) -
tel. +39 055 43995 - fax +39 055 4399605 -

Presentazione: “Gli occhi dentro”

Venerdì 11 aprile 2014 ore 21,15 presso il Centro sociale “Il Pozzo”
via Lombardia 1/P – Firenze

edizioniPIAGGE presenta:

GLI OCCHI DENTRO

Concerto a più voci sull’apparenza e su chi non la può vedere di Domenico Guarino e Jens Mirannalti
con la proiezione in anteprima di alcuni estratti del film omonimo

Partecipano:

Domenico Guarino giornalista
Jens Mirannalti fotografo e documentarista
Antonio Quatraro presidente UICI di Firenze
Don Alessandro Santoro prete delle Piagge

Approfondisci sul sito di Edizioni Piagge <http://bit.ly/1hNwOpx> :
Per informazioni: Centro sociale “Il Pozzo” – 055 373737

Elettroshock

libro:
Elettroshock
LA STORIA DELLE TERAPIE ELETTROCONVULSIVE
E I RACCONTI DI CHI LE HA VISSUTE

Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud
Sensibili alle foglie, 2014

144 pagine Scarica il PDF  elettroshock-online.pdf

INTRODUZIONE

Dare un nome alle cose è la grande e seria consolazione concessa agli umani. (Elias Canetti, La tortura delle mosche)

Elettroshock è una parola che comprime i termini elettrico e shock. Elettroshock terapia è invece un’espressione medica che per anni ha indicato la cura tramite shock elettrico fino al momento della sua rinominazione in TEC. La sigla TEC, che sta per Terapie Elettro Convulsivanti, è un agglomerato di iniziali che delimitano la differenza e il distacco dal nome del più famoso di questi trattamenti: l’elettroshock. Anche l’elettroshock terapia, nel precedente glossario medico veniva abbreviata con l’acronimo EST. Anche in questo caso, l’uso delle sigle, proprio dei linguaggi tecnici, mette in atto una peculiare rinominazione diretta all’interno del campo di competenza, che, contemporaneamente, rende meno comprensibile il soggetto del discorso verso l’esterno. Il nuovo e vecchio modo di chiamare lo shock elettrico con l’uso dei nomi TEC o EST, può portare a credere che ci si riferisca a un suono onomatopeico e a uno dei punti cardinali, ma non appena la parola elettroshock entra nella scena del discorso esso diviene immediatamente comprensibile. Più in là vedremo i suoi significati, la sua storia dalla nascita ad oggi, meglio comprenderemo la sua evoluzione e forse anche perché questo tipo di trattamento sia sopravvissuto fino ai giorni nostri. Per adesso fermiamoci a quelle che sono le immediate sensazioni che si hanno pronunciando il nome che dette a questo tipo di cura il suo inventore: elettroshock. Assieme a quel sentire che è individuale e intimo, parlando di elettroshock, è inevitabile imbattersi nella dimensione delle credenze collettive che riguardano questa pratica medica. È giusto ribadire che, fin dalla sua nascita, l’elettroshock è un trattamento psichiatrico originariamente pensato per la cura della schizofrenia. Volendo fare un esperimento alla portata di un click si possono cercare sul web le immagini collegate a questa parola e constatare che esse difficilmente rappresentano l’azione di prendersi cura di chi ne ha bisogno. L’elettroshock evoca scene che rimandano a metodi di tortura e di controllo mentale, alle sofferenze umane, ai manicomi. Ecco un primo motivo per cui il lessico medico è dovuto necessariamente intervenire per agire verso una messa a distanza dalla paura, dal dolore e da secolari colpe mediche. Si è dovuto ammettere un impiego diverso dalle sue indicazioni, un uso punitivo, e per sancire l’ammissione e la distanza da tali abusi si è cambiato nome allo stesso dispositivo medico. Ma se l’elettroshock evoca tortura e malvagità manicomiali ciò succede a buona ragione. La tortura si è servita di questa pratica medica in tempi, modi e luoghi differenti. Ad esempio, il lavaggio del cervello, in inglese “brain washing”, teso a ottenere un controllo dell’intera storia personale ricostruendo personalità complesse e strutturate, prevede l’uso delle terapie elettroconvulsive e provoca enormi sofferenze a chi lo subisce. Il manicomio è stato il luogo prescelto affinché esclusione, dolore, sorveglianza e trattamenti estremi potessero convivere entro le stesse mura, ma i manicomi, che nel 1978 il nostro ordinamento giuridico ha reputato disumani e indegni di continuare ad esistere, non sono quei luoghi che crediamo estinti. Chiudere e vietare non significa estinguere. La soglia manicomiale si può ancora valicare, ma la stessa soglia oggi è stata rinominata, come è capitato alla terapia con elettroshock. E se una cosa non ha nome, non esiste.

Info e contatti del Collettivo:
antipsichiatriapisa@inventati.org
www.artaudpisa.noblogs.org
tel: 335 7002669
Sede: via San Lorenzo, 38 – 56127 Pisa

La Piazza dei Libri

LA PIAZZA DEI LIBRI CONTINUA FINO AL 31 OTTOBRE, CON OSPITI COME PENNAC, CACCIARI, VICHI.
Un servizio video sulla vicenda Edison, sull’attività de La Piazza dei Libri e su possibili futuri sviluppi
È di pochi giorni fa la conferma ufficiale: La Piazza dei Libri, libreria temporanea ideata dalle case editrici Mandragora e Clichy e posizionata in piazza della Repubblica a Firenze, proseguirà per oltre un mese il termine stabilito inizialmente. Il Comune di Firenze ha infatti deliberato la proroga dello spazio fino al 31 ottobre.
Una decisione che conferma anche da un punto di vista istituzionale la grande accoglienza che questa iniziativa ha avuto nei suoi primi due mesi di vita: tra il 12 luglio e il 15 settembre, sono entrate sotto il tendone della Piazza dei Libri oltre millecinquecento persone al giorno, un terzo delle quali in media ha acquistato almeno un libro. Le stime parlano di circa novantamila persone in questi due mesi, tra lettori, appassionati o semplici curiosi.

Anche le presentazioni, in tutto trenta, hanno richiamato un notevole pubblico, con punte di oltre 100 persone per gli incontri con Marco Malvaldi, Francesco Recami e Sandro Veronesi e per il laboratorio con Peppa Pig. Un pubblico affezionato e attento ha seguito tutto il ciclo degli incontri con Pier Francesco Listri, giornalista della Nazione e “maestro” dei giornalisti fiorentini. All’ultima presentazione in programma (“È ai vinti che va il suo amore”, Edizioni Clichy), domenica 15 settembre, almeno 150 persone hanno sfidato il diluvio per ritrovarsi sotto il tendone ad ascoltare Armando Punzo e gli attori della Compagnia della Fortezza. È stato l’evento più seguito.

Nei prossimi giorni verrà comunicato il calendario dei prossimi incontri, redatto in collaborazione con le più importanti case editrici nazionali. Tra gli ospiti già confermati figurano personaggi notissimi del mondo letterario e culturale nazionale e internazionale, come Daniel Pennac (5 ottobre), Massimo Cacciari con Sergio Givone (25 ottobre), Maurizio Naldini (19 ottobre), Marco Vichi e Tiziana Lo Porto. Verrà inoltre inaugurato un appuntamento settimanale dedicato ai bambini, e si stanno intensificando i contatti con le realtà culturali del territorio per rendere La Piazza dei Libri una vetrina centralissima e aperta a tutti per tutte le situazioni che hanno difficoltà a trovare spazi.

E se potete diffondete, GRAZIE!
I nostri contatti sono
 su facebook   Librai Edison Firenze

su youtube http://www.youtube.com/user/LibraiEdisonTV?feature=watch

La Piazza dei Libri, libreria all’aperto in piazza della Repubblica

Ecco i prossimi eventi a La Piazza dei Libri
https://www.facebook.com/LaPiazzaDeiLibri?fref=ts libreria all’aperto in piazza della Repubblica, a cura delle case editrici Mandragora e Clichy,
con gli ex dipendenti della Libreria Edison, fino al 15 settembre, tutti i giorni dalle 10.00 alle 24.00:
- sabato 24 agosto ore 19.00,  Aneddoti,  arte e misteri  sulla Firenze nascosta:  un incontro con Luciano Artusi, in occasione della pubblicazione dei libri Per filo e per segno - passo dopo passo curiosando in piazza della Signoria   e   A occhio e croce - passo dopo passo curiosando in piazza Duomo  (di Luciano e Ricciardo Artusi,  Firenze Leonardo Edizioni),  con un reading  a cura di Fabio Baronti (Compagnia  delle  Seggiole);  evento  all’interno  delle  iniziative  Arcobaleno  per  l’estate, promosse da Regione Toscana e La Nazione;
- lunedì 26 agosto ore 19.00, per il Salotto di Piero (ciclo di incontri a cura di Pierfrancesco Listri), “Immagini o parole?“:  affogati dalle immagini e quasi senza parole, se non banali,  si legge poco e si parla ancora meno.
  
Per filo e per segno
Passo dopo passo curiosando in piazza della Signoria
Questa pubblicazione, veloce e scorrevole, invita a passeggiare avanti e indietro per Piazza della Signoria ed a soffermarsi per scoprire particolari poco conosciuti di qualche suo insigne monumento che la caratterizza. Si tratta di brevi storie raccontate con appassionato spirito narrativo, e di altrettante brevi soste contemplative e riflessive fra immagini e pensieri, che consentiranno di apprezzare alcune sfaccettature della “brillante” Firenze e dei suoi originali, ironici e a volte scanzonati abitanti. Si tratta di una “guida” descrittiva dedicata a quegli appassionati visitatori che desiderano conoscere più profondamente la città, nel suo insieme di storia, tradizioni, arte, aneddoti e misteri.
A occhio e croce
Passo dopo passo curiosando in Piazza del Duomo
Un libro curioso e divertente che conduce il lettore alla scoperta di una “piazza magica” ricca di storie e tradizioni sopravvissute al tempo. Non è azzardato dire che l’incalzare rapido del “progresso” e delle distratte nuove generazioni, stanno per spazzar via, con una certa indifferenza, quanto appartiene al passato del nostro vivere cittadino e, perciò, prima che questo accada, merita fare una passeggiatina in lungo e in largo per la Piazza del Duomo per riappropriarci della memoria di Firenze, culla dei più grandi artisti del mondo, le cui nobilissime origini sono sempre state l’orgoglio di chi ci vive.

E se potete diffondete, GRAZIE!
I nostri contatti sono
su facebook   Librai Edison Firenze http://www.facebook.com/pages/Librai-Edison-Firenze/210214989054572?fref=ts
e-mail   libraiedison@gmail.com
su youtube    http://www.youtube.com/user/LibraiEdisonTV?feature=watch

La Piazza dei Libri, libreria all’aperto in piazza della Repubblica

Lunedì 5 e martedì 6 agosto ancora eventi a La Piazza dei Libri, libreria all’aperto in piazza della Repubblica
Ecco i prossimi eventi a La Piazza dei Libri https://www.facebook.com/LaPiazzaDeiLibri?fref=ts

libreria all’aperto in piazza della Repubblica, a cura delle case editrici Mandragora e Clichy, con gli ex dipendenti della Libreria Edison,

fino al 15 settembre, tutti i giorni dalle 10.00 alle 24.00:

- lunedì 5 agosto ore 19.00, per il Salotto di Piero (ciclo di incontri a cura di Pierfrancesco Listri), “Immagini o parole?“: affogati dalle immagini e quasi senza parole, se non banali, si legge poco e si parla ancora meno;

- martedì 6 agosto ore 19.00, Marco Malvaldi con “Ispirazione in bolle“. Un racconto legato al collo di una bottiglia di birra viene aperto e letto tra i presenti dall’autore. L’autore è Marco Malvaldi, famoso autore di gialli ambientati sul litorale come la fortunata saga dei vecchietti del BarLume. Il racconto si chiama Ispirazione e introduce a sorpresa nel mondo della fisica e delle tante trasformazioni chimiche che danno vita alla birra. Con l’autore sarà presente Vittorio Cotronei, autore di romanzi e racconti, ma anche uno dei soci del Birrificio Artigiano Toscano di Montescudaio.

E se potete diffondete, GRAZIE! I nostri contatti sono

su facebook   Librai Edison Firenze

Ancora eventi a La Piazza dei Libri, libreria all’aperto in piazza della Repubblica

Ecco i prossimi eventi a La Piazza dei Libri
libreria all’aperto in piazza della Repubblica
fino al 15 settembre, tutti i giorni dalle 10.00 alle 24.00:
- venerdì 26 luglio ore 19.00, presentazione del libro “Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità della Toscana” (Newton Compton) con l’autore Franco Cesati;
- sabato 27 luglio ore 19.00,  presentazione  del  libro  ”L’anatomista”  (Newton Compton), un’indagine della coppia investigativa Artemisia Gentile e Tito Jacopo Durso, con l’autrice Diana Lama.
E se potete diffondete, GRAZIE!

Prossimi eventi a La Piazza dei Libri, libreria all’aperto in piazza della Repubblica

Sperando che La Piazza dei Libri https://www.facebook.com/LaPiazzaDeiLibri?fref=ts

libreria all’aperto estiva e temporanea (fino al 15 settembre, tutti i giorni dalle 10 alle 24),

possa trasformarsi in qualcosa di più stabile, ecco i prossimi appuntamenti in piazza della Repubblica:

- lunedì 22 luglio ore 18.30, per il Salotto di Piero (ciclo di incontri a cura di Pierfrancesco Listri), “Le parole delle canzoni”, qualche briciola di poesia in vari esempi di testi e canzoni italiane;

- martedì 23 luglio ore 19.00, “La Poesia come spinta per una Rinascita armoniosa”, incontro sullo stato della Poesia e sul suo ruolo per il futuro dell’Umanità, a cura di Matteo Rimi, con Simone Siliani e Aldo Frangioni (CulturaCommestibile.com) e Alessandra Borsetti Venier (Archivio della Voce dei poeti).

E se potete diffondete, GRAZIE!

I nostri contatti sono

su facebook Librai Edison Firenze

e-mail libraiedison@gmail.com

su youtube http://www.youtube.com/user/LibraiEdisonTV?feature=watch