Concorso letterario o fotografico 2019 “Firenze – La città accoglie?”

L’ ASSOCIAZIONE PERIFERIE AL CENTRO Onlus, bandisce un concorso letterario e fotografico sulle esperienze di accoglienza in città di qualsiasi tipo (positive o negative). Gli elaborati, in forma di racconto, articolo, poesia o aforisma dovranno essere inviati entro IL 1 GIUGNO 2019 ALL’INDIRIZZO EMAIL: fuoribinarioblog@gmail.com Gli elaborati e le fotografie vincenti saranno pubblicati in un libro della collana FuoriBinarioLibri e possibilmente sarà organizzata una mostra fotografica. La commissione è composta da membri della redazione e da artisti esterni amici di FUORI BINARIO

Gli elaborati non possono superare i 10mila caratteri (spazi inclusi), la partecipazione è gratuita e gli elaborati salvati come .doc, .odt o .rtf vanno inviati per e-mail a redazione@fuoribinario.org con oggetto: Concorso letterario o fotografico 2019 “Firenze – La città accoglie?”, accompagnati da una breve presentazione dell’autore/autrice, mail e recapito telefonico nel corpo della mail. Le foto vanno inviate come .jpg.

GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO

EVENTO SPECIALE  

GIOVEDI’ 23 APRILE ore 21:15 - INGRESSO LIBERO

 GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO
PORTA IL TUO LIBRO E…LEGGI LA PAGINA CHE AMI!

            

 I Chille rilanciano il progetto che tanto successo ottenne lo scorso anno. Tutti sono invitati a portare a San Salvi il proprio libro preferito e leggerne in pubblico una pagina (ogni lettura non può superare i 2 minuti!), in una non-stop collettiva in occasione della Giornata Mondiale del libro, un evento patrocinato dall’UNESCO per promuovere la lettura.

Dal 1995, in tale occasione, si svolgono iniziative in tutto il mondo: flashmob, reading, eventi letterari, presentazioni di libri e tanto altro per condividere e trasmettere cultura, incoraggiando a scoprire il piacere della lettura. L’UNESCO ha scelto il 23 aprile per due importanti motivi.

Innanzitutto, perché in questa giornata la leggenda vuole che nel 1616 siano morti sia William Shakespeare che Miguel de Cervantes; ma anche perché in questo giorno si festeggia in Catalogna la Festa di San Jordi, (San Giorgio in Italia), patrono di Barcellona. La tradizione vuole che il 23 aprile uomini e donne si scambino un dono: l’uomo infatti deve regalare una rosa alla sua donna, viceversa, la donna offre in dono al suo uomo un libro.

 La partecipazione alla serata è libera.

 CONTATTATE I CHILLE, INDICANDO ANCHE IL LIBRO PRESCELTO.

PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI PER TUTTE LE INIZIATIVE:

TEL. 055 6236195 (LASCIA UN MESSAGGIO, SE NON CI TROVI!) MAIL info@chille.it

 

Un passaggio

Dalla vita alla morte
l’inevitabile passaggio
a noi sembra triste
ma ci separa alla nostra insaputa
soltanto dal corpo….
L’anima realizzata
in un corpo incarnata
da quel fatto alla sua saputa
non è turbata.
E questa conoscenza è da noi sconosciuta
ma non al saggio
e accetta il passaggio vivendo felice
e poi passa tranquillo.
Perchè.. alla sua sapienza divina
sa che ad ogni morte
c’è una nuova vita.
Cerchiamo di capire e forse anche noi
vinceremo la paura di morire…
Che nei mondi dei passaggi,
in universi dei cosmi
e nell’eterno finito
è solo un passaggio
all’infinito.

Sergio Bertero

Il “Piccolo Poeta della grande Strada” come egli si definiva nostro amico e collaboratore per tanti anni ci ha lasciato… dopo la morte per lui la vita. Gli ultimi tempi lo hanno visto coinvolto in una lotta per il diritto all’esistenza da uomo libero.Qualcuno dei servizi sociali burocratici e amministrativi gli aveva tolto il mini appartamento che da anni abitava nella R.S.A. (residenza sanitaria assistita) di via Modigliani mandandolo con la scusa di ristrutturazione nella R.S.A. S.Silvestro di Borgo Pinti per poi etichettarlo in una riunione medica senza la sua presenza e senza alcun riscontro, come non  autosufficiente e spedirlo alla R.S.A. di Montedomini, cose che lo hanno fatto imbufalire fino ad uno sciopero della fame ad oltranza che nonostante gli abbia dato ragione, ma non più casa, lo ha debilitato fortemente.

Denunciamo questo ennesimo sopruso attuato verso una persona anziana e sola.

ciao Sergio ti ricordiamo

Qui le altre poesie di Sergio

“Sì signor giudice cioè signor vigile la assicuro lei è in errato quello di sbagliato, ma io sono Sergio Bertero! il piccolo poeta della grande strada non ha mai sentito! ma come è possibile cosa? e se ne frega , ma signor vigile mi

http://www.fuoribinario.org/blog/2013/03/05/

GLI ARTISTI DIS-TURBANO

Martedì 27 gennaio_ore 21:15 e ore 23:00 

 

 

 

 

 

GLI ARTISTI DIS-TURBANO
Un giorno della memoria tra ricordo e attualità
con Camilla Antonini, Paolo Benvenuti, Marco Bianchini, Cassandra Bini,
Valerio Camporesi, Ambra Corso, Angelo Fabbo, Monica Fabbri, Carolina Guidazzi, Roxana Iftime,

Giuseppina La Rosa, Camilla Madsen, Silvia Minichino, Irene Montagnani, Umberto Moretti,
Elisabetta Parenti, Matteo Pecorini, Marco Ruggiero
e con Sissi Abbondanza, Claudio Ascoli e Paolo Lauri.
Porta con te qualcosa da mangiare e da bere.
Ingresso libero. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria

 

Info e prenotazioni: tel. 055 6236195 (lascia un messaggio, se non ci trovi!) 

info@chille.it   

 

Ciao Stefano

Vorrei parlarti
e chiederti
come mai
i nostri destini
si sono separati
senza più rimedio.
E tu sei cambiato,
verso di me-
Così il nostro incontro
si è scollegato.
Vivevi a Milano
una doppia vita.
Chiusa come censurata.
Ma io mi ricordo
la nostra infanzia
quando eravamo spesso in colluttazione
e perdevamo il senso della realtà.
Fino a che mamma e papà,
chiudevano la diatriba,
ed erano botte.
Le tristi botte che tendevano.
Continua a leggere

Sulla tramvia


Voglia di piangere
Voglia di morire
Voglia di correre
Pensando a Fuori Binario,
mi viene voglia di scrivere;
ciò che ho scritto sul lato
del mio armadio;
Mi si realizza un sogno (quasi trentenne)
ed eccomi a concludere,
al caldo della mia stanza.
Ebbene sì piango.
Ho voglia di viverla tutta
questa vita.
Perché, brutta che sia, non abbiamo
il diritto di interromperla
e di far piangere i nostri amici e
parenti

 

Enzo Casale

Infine aspetterò…

Infine aspetterò con tanta dolcezza e riconoscenza
Di poter vedere – i tuoi occhi – e sarai bella come
Lo sono stata io
Come lo ero prima di incontrare loro
Loro, quegli esseri asessuati
Uomini o donne
Che non hanno neppure avuto la pietà e il coraggio
di finirmi
Lasciata fra le piaghe mai leccate del corpo
Fra le urla mutolite della mente terrorizzata
Mai
Mai
Ho smesso di desiderare te, sorella morte.
Continua a leggere