Il problema è che ricordo, Alessandro Restivo

l problema è che ricordo. Ciò mi causa un senso di poco adattamento immerso, come tutti, in una realtà in cui la maggior parte dei miei simili dimenticano le notizie con la medesima velocità con cui le apprendono. Sono contento così però. Le varie notizie, che inizialmente si affastellano in disordine come matasse di fili di lana, col tempo si ordinano ed inizia a comparire una trama. A quel punto tutto diventa molto chiaro. Basta ricordare e pazientare. Ricordo una notizia che apparve sul quotidiano “La Repubblica” a novembre e mi colpì perchè riferita a persone ed a luoghi che conosco bene: le residenze assistite “I Girasoli” e “Il giardino delle Rose” per utenti con malattia psichiatrica e disagio psichico grave. Ricordo il vostro articolo di denuncia sullo stato dei luoghi in cui venivano assistite le persone, molto dettagliato e preciso nel fare il punto della situazione. Giustamente critico, se non scandalizzato, peraltro. Entraste al “Giardino delle Rose” accompagnati da
Continua a leggere