Dado dorme

… Dado ha tre anni, dorme ignaro stanotte, non sa che domattina, mentre sarà all’asilo, verranno a sfrattare i suoi genitori. Verranno con i poliziotti, verranno con il fabbro che cambierà la serratura, verranno a sfrattare la sua infanzia, verranno a sfrattare la speranza di una cura che aiuti la sua mamma a vincere una malattia che non perdona. Una cura che esige calma, stabilità e assenza di ansia. Le assistenti sociali ormai sono allenate a sfinire i numerosi utenti, piuttosto che offrire loro aiuto concreto, informazione, orientamento. Si coprono gli occhi, le orecchie, la bocca. Così sono gli ordini dall’alto. Smembrano le famiglie senza casa, accompagnano tanti bambini all’Istituto degli Innocenti, o li danno in affido. Smembrano un futuro che vorremmo dignitoso.
Continua a leggere