Giustizia: le carceri italiane sono tra le peggiori d’Europa … parola di ministro

La denuncia non può essere più esplicita, e, data la fonte, più credibile. È il capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Giovanni Tamburino, che parla. L’Italia, dice, è “tra i peggiori” paesi d’Europa in termini di sovraffollamento carcerario, con 150 detenuti ogni 100 posti disponibili. E ancora: il “tasso di detenzione”, sulla base di un’analisi “comparativistica” rispetto a Paesi paragonabili al nostro, e alla situazione della “criminalità in Italia”, potrebbe “con una previsione a medio termine” plausibilmente “attestarsi al livello attuale, con 100-110 detenuti ogni 10mila abitanti”. “Il cosiddetto decreto svuota-carceri”, dice sempre Tamburino, “ha contribuito a una riduzione consistente del numero dei detenuti nelle carceri italiane se si compara il dato risultante dall’applicazione della nuova normativa a quello del 2010: rispetto ai 69 mila detenuti del secondo semestre del 2010 dai dati di qualche giorno fa emergeva come in poche settimane, la cifra avesse raggiunto i 64 mila, scendendo al di sotto della soglia psicologica di 66 mila che per mesi non eravamo riusciti a varcare”.
Continua a leggere