Risveglio

Siamo tutti concordi nel constatare che questo è un periodo storico, sociale ed economico particolarmente difficile. E non solo difficile, ma anche confuso. È uno sbandamento generale anche ideologico, e questa situazione fa certamente il gioco del potere. Anzi, è indotto deliberatamente. E’ evidente che le vecchie categorie e divisioni politiche a cui siamo abituati a fare riferimento non sono più credibili, ma ci è difficile destrutturare modi di pensare con i quali ci siamo identificati per decenni. Alcuni di noi sono diventati qualunquisti, non capendoci più niente in questo caos e in questa generale corruzione e ingiustizia; altri continuano a ripetere slogan antiquati, non riuscendo a trovare alternative valide, altri ancora fanno quello che possono a livello del loro cerchio di vita quotidiana e nelle scelte di tutti i giorni.
Continua a leggere