San Salvi in svendita

HANNO FRETTA DI SVENDERE E MASSACRARE UNO DEI PIU’ GRANDI PATRIMONI PUBBLICI DELLA CITTÀ

Il sindaco RENZI, il presidente della Regione ROSSI e l’assessore alla Sanità MARRONI, già direttore generale dell’ASL Firenze, si stanno accordando per lottizzare e trasformare in residenze di lusso una parte dell’ex manicomio di San Salvi, parte ancora più ampia di quella prevista dal Piano Urbanistico (PUE) del 2007. Lo stravolgimento di questo bene culturale, uno dei luoghi simbolo della memoria cittadina, di altissimo pregio ambientale e di notevole valore architettonico, è autorizzato dalla politica del governo Monti di svendita generalizzata del patrimonio pubblico, al di fuori di ogni vincolo ambientale e regola urbanistica (non si richiede nemmeno una variante urbanistica per il cambiamento di destinazione).
Continua a leggere