Incenerimento mascherato

Oggi, dopo due anni di lotte il Tar Toscana ha accolto tutti e tre i ricorsi contro l’impianto di incenerimento di rifiuti della Waste Recycling a Castelfranco di Sotto, annullando così l’autorizzazione che era stata rilasciata nel dicembre dell’anno scorso dal Servizio Ambiente della Provincia di Pisa.

I Pirogassificatori rappresentano la nuova frontiera dell’incenerimento mascherato. Si tratta comunque di sistemi per distruggere i rifiuti ed ottenere energia. “Il trucco” questa volta sta che nel fatto che il pirogassificatore tratta rifiuti industriali e, in questo modo sfugge al piano regionale che limita il numero degli impianti di trattamento. Altra particolarità di questo inceneritore mascherato è quella di poter fare a meno anche della Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) perchè presentato come piano di ristrutturazione produttiva ed energetica. La scelta “innovativa” di questi piccoli inceneritori aziendali sta nel fatto che si elimina qualsiasi operazione di separazione e trattamento dei rifiuti per valorizzarli producendo energia e quindi profitti.
Continua a leggere